mercoledì 10 febbraio 2010

Quando non si ha nulla da fare..

Dovrei essere a letto, ma anche no. Mi ritrovo ancora al computer a controllare quante possibilità di neve ci sono per domani, spero di rimanermene sotto al letto che ne andare a scuola.. Banale ma così è. Nel frattempo ascolto musica, sento le maledizioni che mi mandano i vicini di casa risiedenti sotto il mio appartamento; ma in fin dei conti possoo anche sopportarlo no?
Pensavo a quanti aspetti possa prendere la vita..
Puoi avere una vita di merda, una vita felice, una vita avventurosa.. Ho sempre pensato che certe persone non vivessero, che la morte non sia semplicemente uno stato fisico ( ovviamente frutto di anni e anni di viaggi mentali).
Molte persone, la maggior parte, si ''adagiano'' alla società, non hanno stimoli, prendono esclusivamente ciò che viene, ma come biasimarli, nel mondo di oggi è come se la tua vita fosse già pronta, come se fosse tutto già scritto (da altre persone però). Anche per questo adoro i tempi del rock, l'aria di ribellione che si respirava a quei tempi, ora invece l'importante è conformizzarsi.
E poi ci lamentiamo perchè Morgan ha detto a un giornale (anche se, bisogna vedere in che modo) che fa uso di stupefacenti.
Ovviamente, lo si censura, è un cattivo esempio da seguire, è ''un rifiuto'' della società. Questo è il meccanismo. A qualcuno è venuto in mente che anch'egli è figlio della società, che è il frutto di una società? Certo che no.
Eliminiamolo da Sanremo, problema risolto.
Siamo circondati da un'ipocrisia e da un perbenismo osceno, la gente prima di parlare, di fare qualcosa dovrebbe andare più affondo, se proprio bisogna dare un buon esempio ai giovani, aiutiamolo no?
Vabbè, questo è cio che penso io.

2 commenti:

  1. Ed è quello che penso anche io :)
    Sono completamente daccordo con te

    RispondiElimina